CAPITOLO 39 - VIVERE O MORIRE DENTRO

cuori di alluminio
capitolo 39 
(incipit)
VIVERE O MORIRE DENTRO
Il giorno dopo Riga si svegliò alla solita ora, veramente troppo presto, e mentre infilava la merda di tuta blu del lavoro non riusciva a staccare gli occhi da Giovanna, che ancora dormiva. Scese per le scale, pensò "dove cazzo sto andando", saltò sulla panda rossa agonizzante, si immise nel traffico, pensò "dove cazzo sto andando", parcheggiò. Restò per quattro ore davanti alla troia della pressa e nemmeno la vide funzionare. Pensò qualsiasi cosa: alle nove aveva deciso di seguire Giovanna a Pescara, alle dieci voleva ficcare la testa del titolare sotto la pressa, alle undici voleva farsi crescere la barba e rifugiarsi in un isolotto del mare Adriatico, al largo delle coste del Montenegro.
( . . . )
N.B.: "Cuori di Alluminio" è il primo romanzo delle Brevevita Letters, ed è tuttora inedito. Ambientato negli anni 90 tra i bar della provincia profonda del Centro Italia, il manoscritto narra di amore, di spacciatori di droga in pianelle, e di alcuni di quei fortissimi legami di amicizia che a volte si vivono in era post-adolescenziale, quando più fragili sono i protagonisti, e più forti sono i legami. Il libro verrà pubblicato a breve su Amazon e potrà essere acquistato in versione cartacea o digitale.

(testi e illustrazioni: Brevevita Letters)

------------------------------------------------------
wow! you've found a matching song:
"Non si può Morire Dentro" - Gianni Bella
From the album "Sogni di un Robot", out in 1976
Older Post
Newer Post
Close (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Search

Shopping Cart

Your cart is currently empty.
Shop now